etichettatura del caviale

Etichettatura del caviale

Etichettatura del Caviale: Qualità e Trasparenza

Facciamo chiarezza sull’etichettatura

Le etichette del caviale forniscono informazioni essenziali per identificare la qualità e l’origine del prodotto. Queste includono il codice della specie di storione, se il caviale è selvatico o allevato, il paese di origine, l’anno di produzione, il produttore, lo stabilimento di produzione e il numero del lotto. I codici delle specie seguono una standardizzazione internazionale, così come le abbreviazioni dei paesi di origine per garantire tracciabilità e conformità normativa, sostenendo la legalità e la sostenibilità nel commercio del caviale.

etichettatura del caviale

Etichetta Caviale

Le informazioni presenti sull’etichetta del caviale sono fondamentali per garantire la tracciabilità e l’autenticità del prodotto. Elementi chiave includono:

  • Codice della Specie: Ogni storione ha un codice unico (es. HUS per il Beluga, GUE per l’Oscetra)
  • Origine del Caviale: Lo storione selvatico non può più essere pescato e commercializzato dal 1998 quindi tutto il caviale in commercio è solo allevato (C) (altrimenti è di frodo e non ha una etichetta Cites)
  • Paese di Origine: Il paese dove il caviale è stato prodotto, indicato da abbreviazioni standard (es. IT per Italia)
  • Anno di Produzione: L’anno in cui il caviale è stato raccolto
  • Identificativo Stabilimento: Il luogo di elaborazione o confezionamento
  • Numero del Lotto: Per identificare il preciso lotto di produzione

Queste etichette consentono ai consumatori di fare scelte informate e supportano la conservazione delle specie.

Sostenibilità e Legalità nel Commercio del Caviale

Acquistando caviale da allevamenti autorizzati, i consumatori contribuiscono a sostenere pratiche di pesca e produzione legali e sostenibili. CaviarEat si impegna a scoraggiare il bracconaggio e a proteggere gli storioni nel loro habitat naturale, sostenendo allo stesso tempo canali di vendita legali e sicuri.

Articoli simili